Il resveratrolo e le proprietà benefiche del vino

Il resveratrolo è un composto fenolico naturalmente presente in alcune piante, ma soprattutto nella buccia dell’uva. Questa molecola vegetale, inserita nell’elenco del Ministero della Salute “Altri nutrienti e altre sostanze a effetto nutritivo e fisiologico”, è considerata un alleato prezioso di salute e bellezza.

Proprietà e benefici del Resveratrolo

Il resveratrolo è una sostanza prodotta dalle piante per difendersi dall’attacco di agenti patogeni come funghi o batteri. A livello biologico sembra avere capacità antiossidanti e antinfiammatorie. Secondo alcuni studi, infatti, questo fenolo è efficace nel contrastare i danni causati dai radicali liberi. Tali molecole, prodotte dal metabolismo cellulare, sono particolarmente nocive per l’organismo, poiché danneggiano il DNA, accelerano i processi di invecchiamento e interferiscono con il sistema immunitario, favorendo l’insorgenza di numerose malattie e forme tumorali.

I radicali liberi si formano all’interno delle cellule a causa di vari fattori esterni, come il fumo, l’abuso di alcol, il consumo di alimenti ricchi di grassi animali, ma anche dall’inquinamento, dallo stress, dall’esposizione ai raggi solari e dall’attività fisica troppo intensa.

Il resveratrolo, secondo alcune ricerche, svolge anche un effetto antietà. È in grado di combattere l’invecchiamento cutaneo, stimolando la proliferazione delle cellule e la produzione di collagene, una proteina fondamentale, che sostiene non solo gli organi interni, ma anche la nostra pelle, dandole un aspetto più elastico, tonico e giovane.

Infine, il resveratrolo ha anche proprietà cardioprotettive, poiché previene l’ossidazione del cosiddetto “colesterolo cattivo” (LDL), riducendo il rischio di malattie cardiovascolari.

Vino e Resveratrolo

Il resveratrolo, come già anticipato, si trova soprattutto nella buccia dell’uva. Per questo motivo i vini rossi ne contengono, solitamente, in maggior quantità rispetto ai bianchi. Nella vinificazione in rosso, infatti, sono utilizzate anche le bucce, mentre nella vinificazione in bianco sono scartate. Il vino fa buon sangue, quindi? Possiamo dire di sì: uno o due bicchieri al giorno per la donna, e due o tre bicchieri per l’uomo, senza dimenticare che il vino è una bevanda alcolica, e come tale assunta in quantità eccessiva fa male alla salute.

Resveratrolo, dove si trova

Il resveratrolo si trova nell’uva, nel succo di uva e nel vino (rosso, soprattutto), ma anche nel cioccolato fondente e nei frutti di bosco come more, mirtilli e lamponi. Per ottenere realmente dei benefici, tuttavia, tale sostanza andrebbe assunta in quantità notevoli e solo con la dieta non è possibile. Ecco perché è necessaria l’integrazione alimentare di estratti.

Resveratrolo, controindicazioni ed effetti collaterali

A oggi non sono noti effetti collaterali per il resveratrolo, tuttavia durante la gravidanza o l’allattamento non è consigliabile assumerlo in dosi elevate. Non è pensabile assumerlo mangiando grandi quantità di uva o bevendo vino rosso, ma solo attraverso gli integratori alimentari.