La tecnica per migliorare l’aspetto del naso: la rinoplastica

Quando ci sono dei problemi estatici al naso, ma non solo, si procede con la rinoplastica. Vediamo di fare maggiore chiarezza su che tipo di operazione è.

Le deformità del naso

Le anomalie del naso possono esser congenite, cioè presenti dalla nascita, oppure avere origine traumatica può infatti essere stato un colpo forte al viso che ah provocato gobbe e altre deformità. La maggior parte delle volte però capita che il naso abbia una forma poco armoniosa da sempre: una gobba, la punta che va in giù, le narici molto larghe etc. Tutte queste problematiche si possono risolvere grazie all’intervento di rinoplastica. Va detto che un naso non è sempre da operare poiché può esser bello così com’è e caratterizzare molto un viso. Si opera solo quando il problema estetico mina la fiducia e la sciurezza del paziente.

Non solo per motivi estetici

Il chirurgo interviene sul naso e sulla sua forma non solo per motivi estetici ma anche per risolvere un trauma che impedisce di respirare bene. Il setto nasale può esser infatti deviato e il paziente respira male, russa durante l notte e può avere spesso congestioni nasali. Per raddrizzare il setto ansale e rimetterlo perfettamente dritto, l’intervento del chirurgo plastico è l’unico modo.

Le tecniche

Ci sono due diverse tecniche che permettono oggi di intervenire sulla forma del naso. La prima prende il nome di esterna. Il chirurgo taglia la pelle ed espone le cartilagini del naso per operarle e dargli una forma più belle e armoniosa con il resto del viso. Esiste una seconda tecnica che oggi spesso è preferibile che si chiama interna. In questo caso, il chirurgo non esegue grandi tagli chirurgici ma solo d piccoli fori dentro al naso. L’operazione avviene da dentro e non ci saranno coì dolorose cicatrici. Il risultato si vede in tempo reale mano a mano che il chirurgo procede, perché questa tecnica consente un maggiore controllo.

Per prendere subito un appuntamento: www.medicinaestetica.milano.it