Le bolle di Bichat: che cosa sono e come vengono operate

Molti avranno di sicuro sentito parlare delle bolle di Bichat ma non è forse ancora chiaro a tutti di che cosa si tratta e come vengono operate. Oggi in chirurgia estetica.

Che cosa sono

Si è visto che al di sotto degli occhi, in concomitanza con la zona delle guance, si trovano delle bolle di grasso, denominate come il suo scopritore bolle di Bichat. Questa bolle contengono del grasso incapsulato che rende la forma del viso paffuta e gonfia. Le bolle sono ovviamente due, una per ogni lato del viso e, s e sono piccole, dovrebbero pesare all’incirca 8 grammi. In alcuni casi, le bolle di Bichat pesano di più proprio perché vi è depositato del grasso in questa zona.

Le bolle sono posizionate tra i muscoli messetere e buccinatore. Il loro scopo è quello di ammortizzare i movimenti della masticazione, evitando che le strutture coinvolte in questo gesto esercitino troppo pressione meccanica tra di loro. Le bolle sono vicine al nervo facciale e al condotto di Stenon, dove circola la saliva. Le bolle di Bichat però no vanno confuse con il grasso malare che si trova anch’esso nella zona delle guance, anche se è più superficiale, spesso legato a una situazione di peso eccessivo in generale. Le bolle di Bichat sono situate un po’ più in profondità e si riducono rispetto all’infanzia.

Come si rimuovono

L’intervento di chirurgia estetica che serve per rimuovere le bolle di Bichat si chiama bichectomia. L’intervento vien eseguito in anestesia locale perciò presenta ugualmente dei rischi proprio per la sua posizione delicata tra il nervo facciale e il dotto dove scorre la saliva. Dopo la rimozione del grasso delle bolle, il viso ha dei nuovi connotati, con gli zigomi in evidenziati. È un tipo di intervento che vien richiesto spesso per poter avere un viso più triangolare. Gli effetti sono duraturi e molto belli da vedere.

Per richiedere subito un consulto, clicca qui www.bichectomia.info