Pozzi neri: quando, dove, come e perché

Quando si usa

Il pozzo nero si installa nel momento in cui l’abitazione si trova in un punto isolato che non è raggiunto dalle fognature pubbliche. Si ricorre alla soluzione del pozzo nero anche nel caso in cui la rete fognaria si poco sviluppata. Se la rete non ha una diffusione capillare, ci saranno diverse abitazioni costrette a ricorre a questo sistema per le acque di scarico domestiche. La vasca per la raccolta delle acque di scarico è messa a un metro di terra e a un metro di distanza dall’abitazione, almeno.

Come funziona

Il pozzo nero non è altro che una sorta di vasca sotterranea dove vanno a confluire tutte le acque di scarico domestiche. Tutte le tubature di casa, finiscono nel pozzo nero il quale non ha poi altre condotte in uscita. Il pozzo nero, per tale motivo, si riempie un po’ per volta nel tempo. Quando è quasi pieno, cioè ha quasi raggiunto il suo livello massimo, è indispensabile chiamare qualcuno per lo spurgo e pozzi neri Comacchio che non può essere fatto in autonomia perché richiede attrezzature particolari ed è anche pericoloso. Mano a mano che si usa acqua in casa, si accende la altrice, si fa la doccia etc. Il pozzo si riempie sempre di più. Tutti i materiali che finiscono nel pozzo si dividono per la loro differenza di peso. Le deiezioni e altri residui sono pesanti e cadono sul fondo della cisterna dove sedimentano e si solidificano. Le parti più leggere come oli e schiume, anche se si dovrebbe fare di tutto per limitarle, galleggiano sul pelo dell’acqua.

Come si pulisce

Quando si tratta di spurgo e pozzi neri Comacchio si devono sempre interpellare gli esperti. Per pulire un pozzo nero serve un’autocisterna che preleva la parte liquida del pozzo tramite un’idrovora. Come secondo passaggio, si utilizzano dei getti di acqua pressurizzata per poter staccare del fondo e dalle pareti i fanghi che si sono depositanti e hanno sedimentato. Tutto quello che viene prelevato è portato presso un impianto di depurazione delle acque reflue.