Spurgo tubature: quando richiederlo

Per tenere pulite e libre le tubature è necessario richiedere un servizio di autospurgo Roma e pulizia, ma non tutti hanno ben chiaro quando farne richiesta. Ecco allora tre momenti in cui è doveroso farlo.

Quando l’acqua non scorre via ma stagna nel lavandino

Il primo caso in cui occorre chiamare per una bella pulizia generale delle tubature è quando l’acqua stagna nel lavandino senza scorre via. Probabilmente, c’è qualcosa di incastrato nel tubature, come sporco e altri residui, che ostruisce il passaggio. Una situazione di questo tipo può esser preannunciata da una risalita di cattivi odori dalle tubature. Se dallo scarico del lavandino si sente un odore forte e cattivo, è il caso di prenotare un appuntamento.

Quando si sentono cattivi odori in giardino

Un altro momento in cui serve chiamare subito per un servizio di autospurgo Roma è quando si avvertono cattivi odori provenire del giardino stavolta e non dalle tubature di casa. Il cattivi odori è probabilmente legato a uno sversamento di liquami del pozzo nero al terreno circostante. Se il pozzo nero era troppo pieno, la pressione può aver rotto una parete, facendo fuoriuscire i prodotti dannosi che inquinano il terreno ed eventuali fonti di acqua sotterranee. È sempre meglio controllare con regolarità dai pozzetti di ispezione il livello dentro al pozzo nero, onde evitare questi spiacevoli incidenti che poi richiedono anche il rifacimento del pozzo nero stesso, con una spesa non indifferenti per le casse famigliari.

Circa una volta l’anno

Onde evitare qualsiasi tipo di problema, un servizio di autospurgo a Roma dovrebbe esser prenotato circa una volta l’anno. È un lasso di tempo indicativo e generale per evitare che il pozzo nero si riempia troppo e il suo contenuto vada fuori. Dopo qualche anno si dovrebbe capire quanto impiaga a riempirsi, più o meno di un anno. Chi ha una famiglia numerosa e non fa troppa attenzione all’uso dell’acqua, probabilmente impiega meno tempo rispetto invece a chi è più parsimonioso e attento all’acqua.